fbpx
Ballet

scuole di danza

Acquista i migliori accessori per la danza comodamente da casa tua.

Benvenuto in Ballet Scuole di Danza, per info scrivici a info@scuoleballet.it

SCARPETTE DA PUNTA: GUIDA ALL’USO

SCARPETTE DA PUNTA: GUIDA ALL’USO

Tutte le bambine, dopo qualche anno di studio della danza, sognano di indossare una paio di punte. Anche molti genitori non aspettano altro che vedere la propria figlia sollevarsi su quelle scarpette di raso, ma ci sono molte cose che bisogna conoscere prima di addentrarsi in questo mondo, perciò in questo articolo risponderemo ad alcune domande

 

Lo sapevi che trovare le giuste scarpe di danza non è una cosa così semplice?

La vestibilità delle scarpette può avere un ruolo fondamentale sul futuro di un aspirante ballerino/a di danza classica. Esistono diverse marche, modelli ed opzioni di personalizzazione e, per questo motivo, può essere davvero difficile trovare il modello giusto per il piede del tuo bambino/a.

La soluzione migliore per trovare le scarpette di danza perfette è quella di conoscere i piedi che le indosseranno: in base alla forma potrai farti un’idea delle scarpe danza più adatte. I negozi specializzati e gli insegnanti stessi danno sempre buoni consigli.

 

Perché è fondamentale scegliere le scarpette da punta giuste?

Scegliere le scarpe di danza sbagliate, non solo è controproducente a livello di prestazioni fisiche durante le lezioni, ma può anche causare problemi un po’ più gravi. Ad esempio può causare lividi e dolore alle unghie dei piedi, favorendo così la comparsa dei calli, rendono difficile camminare in punta, costringendo tutto il peso del corpo sugli alluci.

Insomma, sul lungo periodo, una scelta sbagliata può rovinare la postura ed i movimenti di una ballerina, per questo è necessario capire come scegliere le scarpe da danza giuste.

Ballare sulle punte non è un’attività naturale e richiede un indirizzamento del peso corporeo sui piedi, ragion per cui è importante cercare di trasmettere il più uniformemente possibile la forza necessaria a eseguire i passi attraverso le ossa, le articolazioni e i tessuti molli.

Il piede è composto di ventisei ossa, trentatré articolazioni e oltre cento tra legamenti e tendini.

Una scarpa correttamente aderente supporta l’allineamento di queste strutture, al contrario una usurata può causarne il collasso su se stesse, portando a un sovraccarico delle articolazioni con conseguenti problemi di allineamento a lungo termine, borsiti e danni cartilaginei che possono a loro volta causare artrite, speroni calcaneari e perdita di movimento nell’articolazione.

Quando la scarpetta non supporta più il piede, infatti, cambia anche il baricentro, la forza non è più uniformemente distribuita e si scarica eccessivamente sulla parte superiore del piede, ponendo le ossa di piede e caviglia rischio di fratture da stress e provocando lesioni ai tessuti molli.

 

A che età è giusto indossarle?

In questo caso vige il famoso detto: “ogni cosa a suo tempo”. Per poter calzare una scarpa da punta infatti, ci sono delle condizioni da cui non si può prescindere, o almeno non si dovrebbe.

Non prima dei 10 anni poiché la struttura del piede è ancora molto esposta ad essere danneggiata in quanto ancora troppo immatura. Vien da sé che si potrebbe parlare di un’età giusta dai 10-11 anni in su a patto però che si abbiano i requisiti fondamentali affinché questo sia possibile. Innanzitutto caviglia, postura ed equilibri forti e sostenuti da un lavoro muscolare costante e continuo, ma soprattutto la perfetta padronanza dell’esecuzione della mezza punta (con tutte e cinque le dita dei piedi ben piantate a terra) e il concetto chiaro, teorico e pratico dell’en dehors nel cervello e nelle gambe.

 

Come sono fatte?

Le scarpe da punta sono formate da quattro elementi principali:

  • la tomaia che ricopre il piede ed è solitamente in raso;
  • la mascherina realizzata in tela o carta imbevute di resine speciali;
  • la soletta che sostiene il piede e presenta varie consistenze, quella esterna è in cuoio, mentre quella interna è frutto della combinazione di cartone pressato e altri materiali;
  • i nastri in raso o nylon che trattengono la caviglia limitando il rischio di infortuni;

Le scarpette da punta richiedono, poi, di elevata manutenzione e necessitano di molto tempo per raggiungere la morbidezza che le rende funzionali, quindi non sorprende che numerosi danzatori ne prolunghino la naturale durata. Tuttavia, ballare con le scarpe rovinate può aumentare seriamente il rischio di alcuni tipi di lesioni.

 

Come sceglierle?

Per trovare la scarpetta da punta perfetta, non potrai non

considerare:

  • Il tipo di box, tenendo conto della forma e larghezza delle dita, della loro lunghezza e del livello di comprimibilità.
  • L’altezza della mascherina, considerando la lunghezza delle dita, la flessibilità dell’arco, il livello di comprimibilità e la larghezza del piede;
  • la larghezza del piede;
  • il profilo della scarpetta che si calcola verificando l’altezza del collo del piede, il suo dorso ed il livello di comprimibilità;
  • il tallone della scarpetta
  • la resistenza della soletta interna, tenendo conto della tipologia del collo del piede, dalla sua forza, dal rapporto peso/altezza e, infine, dalle preferenze dell’insegnante e della ballerina.

 

Come possiamo prevenire le lesioni causate da scarpe eccessivamente usurate?

Come prima cosa, possiamo assicurarci che le scarpe da punta siano adattabili ai nostri piedi la cui morfologia muscolare e ossea cambia man mano che il piede acquista forza e flessibilità. In secondo luogo, è bene essere guidati da un insegnante esperto, anche nella scelta del primo paio di scarpette da acquistare e sul conseguente utilizzo.

E’ preferibile cambiare le scarpe prima che si rompano, a seconda del livello di allenamento. Importantissimo è imparare a conoscere e “ascoltare” le proprie scarpette prima e dopo aver danzato, verificare eventuali asimmetrie, punti deboli o aree di eccessiva usura, monitorandole per capire il motivo per cui alcune zone si rovinano più rapidamente di altre. Infine, lasciare asciugare completamente le scarpe dal sudore dopo ogni utilizzo e averne sempre un paio di scorta, in modo da evitare di ballare su scarpe umide.

Insomma, come puoi vedere non è semplice scegliere le giuste scarpe da punta, per questo è sempre meglio affidarti all’opinione di qualcuno di esperto come i tuoi insegnanti.

Inizia a chattare
Scrivici su WhatsApp
Ciao!
desideri avere informazioni?